<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=699678596886918&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Come negoziare una collaborazione con un influencer in 4 passi

Diego Garufi
Content Manager
10 dicembre 2018

Hai avuto successo e sei riuscito a metterti in contatto con il social influencer da te selezionato. Avete scambiato quattro chiacchiere sul progetto e l*i si è detto interessat*. In che modo puoi stabilire il giusto compenso da proporre? Ecco 4 fattori da tenere in considerazione per proporre una cifra realistica

Quando stai valutando la cifra da proporre ad un influencer per ottenere la sua collaborazione è necessario tenere a mente alcuni fattori che possono influenzare in modo più o meno marcato il valore definitivo di tale collaborazione:

  1. Piattaforma social, reach ed engagement
  2. La qualità dei suoi follower e il tuo target di riferimento
  3. Il livello di specializzazione 
  4. La qualità del contenuto prodotto

Quando si negozia con un creator è necessario infatti tenere in considerazione quali livelli di investimento in contenuto la tua azienda è disposta a sostenere. Ti dovrai quindi assicurare che il ritorno che trarrai sia tale da giustificare l’investimento ma che al contempo sia attraente per il creator per spingerlo a collaborare con te. Valutando attentamente i criteri qui sotto, puoi a trovare una cifra che sia la migliore possibile per raggiungere un compromesso con la controparte.

 

1. Piattaforma social, reach ed engagement

Facebook, Instagram, Twitter o Youtube? Quale piattaforma è più adatta alle necessità del tuo brand? Devi sapere che esistono regole diverse in base alla piattaforma ed è ovvio che un creator attivo su YouTube svilupperà dei contenuti diversi da uno su Instagram, anche semplicemente lo stesso talent avrà dei contenuti diversi sulla piattaforma di Google che su quella di proprietà di Facebook. Sebbene l’influenza sul pubblico può apparentemente sembrare la stessa, i costi per una collaborazione saranno necessariamente diversi.

Attivando un programma di influencer marketing è evidente che il tuo obiettivo sia raggiungere un pubblico interessato al tuo prodotto o al tuo brand. È quindi necessario che il talento ingaggiato abbia un’effettiva presa su questo pubblico. Per questo hai misurato i dati di reach ed engagement del suo profilo in fase di selezione. Anche se la prima metrica è misurabile solo attraverso i dati di piattaforme specializzate come Relations, la seconda è facilmente misurabile e offre una visione unica sul modo di interagire del suo pubblico di riferimento. Ingaggiare creator con un tasso di interazioni molto alto avrà un prezzo maggiore poiché ci sarà una garanzia maggiore sul numero di persone reali raggiunte da quel profilo. E tale garanzia è utile per migliorare i ritorni della campagna.

negoziare con influencer

 

2. La qualità dei follower e il tuo pubblico di riferimento

Il perfetto influencer è sicuramente quello che parla e interagisce con il pubblico di riferimento del tuo brand. O, nel caso, che interagisce con il pubblico che il tuo brand ha intenzione di intercettare. Per questo ti dovrebbe interessare collaborare solo con personaggi che abbiano un influenza sui comportamenti dei tuoi target demografici. Anche questi dati sono reperibili attraverso piattaforme e software dedicati ma possono anche essere richiesti direttamente all’influencer con cui vuoi collaborare: un profilo i cui follower sono genuini non avrà timore di condividerli.

Riconoscere un creator che corrisponde alla perfezione a questi criteri sarà un notevole valore aggiunto e andrà a influenzare il tuo reservation price. Potrai così essere disposto a pagare maggiormente influencer che rientrano perfettamente nel tuo target mentre proporrai cifre minori a influencer per te interessanti ma non completamente allineati con il tuo pubblico.

 

3. Il livello di specializzazione del creator

Sebbene esistano delle accademie per diventarlo, in realtà non si studia per diventare influencer. È però probabile che un influencer che parla di argomenti specifici possa avere studiato (e tanto). Ovvio che questa regola non si applica a tutti i settori ma per alcuni influencer può contribuire al costo della collaborazione. Per esempio in campi come il food o il fitness possiamo trovare dottori o scienziati. Pensa a Dario Bressanini, chimico e divulgatore scientifico forte di un canale YouTube da oltre 200mila iscritti.

 

negoziare con influencer

 

Qual è il livello di autorità ed esperienza che ha nella sua nicchia? È formalmente riconosciuto per le sue conoscenze? Ma soprattutto, il suo pubblico si fida di ciò che dichiara? Se hai necessità di interpellare un influencer di questo tipo tieni in considerazione anche questo fattore e non lo sottovalutare.

 

4. La qualità del contenuto che producono

Abbiamo affrontato l’argomento in diversi nostri articoli: la qualità dei contenuti di un profilo è un fattore caratterizzante del lavoro di molti creator. Non tutti i profili sono creati uguali e non tutti gli influencer sono dei veri e propri creator. Una fashion blogger avrà dei contenuti diversi da una gamer come il profilo di un cuoco professionista sarà diverso da quello di un food blogger. La qualità dei contenuti di un travel influencer che opera su Instagram sarà molto diversa da un travel blogger che preferisce raccontare le proprie esperienze di viaggio.

Devi quindi tenere in considerazione le tempistiche necessarie per produrre un contenuto ma anche le strutture e l’attrezzatura che dovranno essere utilizzate. Ingaggiare un creator per produrre un contenuto video che prevede spostamenti in location e un lungo montaggio, avrà bisogno di un costo obbligatoriamente superiore alla produzione di un post instagram con un prodotto inviato direttamente a casa dell’influencer.

 

 I Mates, famosa crew di YouTuber per annunciare un misterioso quinto membro ha girato un cortometraggio vero e proprio

Questa considerazione non va a giudicare l’effettiva potenzialità di influenza di un pubblico di riferimento ma la quantità di tempo di lavorazione. Come spesso ripetiamo, i creator sono dei professionisti e il loro tempo, le loro ore di lavoro, sono ciò che ha costruito la loro influenza online.

Conclusioni

Una delle tattiche migliori per negoziare è lasciare poco spazio di manovra alla controparte. È quindi utile arrivare a proporre un prezzo iniziale vicino al valore effettivo della collaborazione in modo tale da dare poche possibilità di rialzo sul prezzo. In questo modo i tempi di negoziazione saranno molto brevi ma soprattutto il creator vedrà valutato positivamente il tempo dedicato alla produzione del proprio lavoro e sarà quindi più interessato a collaborare a sua volta con te.

Se vuoi approfondire l'argomento puoi leggere la nostra guida su come relazionarsi con un creator e sull'influencer outreach.


Se sei interessato a scoprire le potenzialità del social influencer marketing, vuoi iniziare un programma con la nostra media company oppure sei semplicemente curioso, non esitare a contattarci cliccando qui sotto. 

Talk to us