<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=699678596886918&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Influencer advertising vs influencer marketing: qual è la differenza?

Diego Garufi
Content Manager
29 marzo 2018
Abbiamo parlato con Adrian-Doron Sordi, co-founder di Hoopygang, delle differenze tra influencer advertising e influencer marketing.

Cos’è l’Influencer Advertising, e come si differenzia dall’Influencer Marketing?

L’Influencer/creator advertising si differenzia dall’influencer marketing per il diverso approccio alla creazione di contenuto, basato nel primo caso su una relazione puramente commerciale tra Brand e Creator. I creator offrono al brand il loro lavoro e la loro visibilità (ovvero la loro reach organica) in cambio di un compenso economico. L’earned media per il creator è quindi paid media per il brand, con metriche come CPM e CPE spesso molto inferiori a quelle ottenute normalmente sul mercato. L’influencer advertising rappresenta uno strumento efficace per potenziare la propria strategia di content e social media marketing, permettendo alle aziende di sperimentare soluzioni diverse prima di impegnarsi in un rapporto di lungo periodo con un team più ristretto di content creator.

L’Influencer/creator marketing è invece un canale utilizzato dalle aziende per ottenere contenuto e interazioni organiche direttamente dai propri consumatori - il cosiddetto earned media. Fare influencer marketing significa focalizzarsi maggiormente sulla relazione organica che esiste tra il brand e il social influencer.  Creator come Casey Neistat potrebbero non essere necessariamente interessati a singoli accordi commerciali con, ad esempio, Walmart e invece abbracciare con entusiasmo partnership con brand con i quali condividono valori, linguaggio e visione (Ad esempio, nel case di Casey, la Nike). Se un creator è già un consumatore o condivide i valori del brand, è più probabile che possa essere meno interessato al compenso e più aperto alle esperienze genuine che il brand può offrire.

Influencer advertising - 01

Influencer advertising o marketing: qual è il migliore e perché ?

Quando correttamente eseguite, sia i programmi di Influencer Advertising che quelli di Influencer Marketing sono efficaci e di beneficio per l’azienda. Dipende tutto dall’obiettivo della più ampia strategia di marketing.

L’Influencer advertising può essere una via percorribile per brand interessati ad inserzioni più efficaci ed economiche. Per sviluppare una campagna di successo, un brand deve in questo caso prestare attenzione a indicatori come engagement e reach del creator, oltre che alla audience demographics dello stesso.

L’Influencer marketing è invece preferibile come opzione per programmi continuativi, parte di una più ampia strategia di PR. L’obiettivo di un programma di influencer marketing non è fare in modo che i creator producano branded content per l’azienda, ma piuttosto guadagnare nel tempo contenuti genuini ed organici trattando i creator come Brand Allies.

Avendo lavorato con brand di varia tipologia e dimensione, ciò che abbiamo visto è che si preferisce spesso partire dall’influencer advertising per poi incorporare una strategia di influencer marketing nel corso del tempo. L'importante è avere ben chiari gli obiettivi iniziali e il budget di riferimento.

Come si struttura al meglio un programma di influencer advertising o marketing?

In Hoopygang diamo grande valore alle relazioni. Le relazioni ci ispirano, ci spingono ad agire e ci danno uno scopo. Le relazioni ci avvicinano. Ogni giorno lavoriamo duramente per mantenere i rapporti con i creator al centro dei nostro programmi, e quando ci viene chiesto consigliamo alle aziende di fare lo stesso.

Questo perché ogni nuova avventura in cui ci imbarchiamo ci ricorda una semplice verità: la pubblicazione di un post è solo l’ultimo passo di una più lunga collaborazione con un creator. Ogni step precedente - dal primo contatto, alla negoziazione e al coordinamento - è altrettanto importante.

E’ importante mettere al centro del programma la relazione con i creator: incoraggiate un ambiente lavorativo dove ci si fida l’uno dell’altro, siate aperti sugli obiettivi di programma, siate puntuali con task e scadenze e sottolineate correttamente le migliori caratteristiche della vostra azienda e quelle del creator. Una collaborazione chiara e strutturata è alla base di ogni programma di successo.

 


Se sei interessato a scoprire le potenzialità del social influencer marketing, vuoi iniziare un programma con la nostra media company oppure sei semplicemente curioso, non esitare a contattarci cliccando qui sotto. 

Contattaci