<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=699678596886918&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

E tu di che generazione fai parte?

Diego Garufi
Content Manager
16 agosto 2017

La società e soprattutto i sociologi cercano da sempre di etichettare e raggruppare individui e generazioni in sottosezioni della società, ed è frequente sentire termini come baby boomers, generazione X, Y, Z e alpha. Tu di che generazione fai parte?

Ecco un breve riepilogo per scoprire a quale generazione appartieni.

I Baby Boomer

I nati tra il 1945 e il 1964, che hanno fatto la rivoluzione degli anni 60 e hanno contribuito in maniera significativa al sensibile aumento demografico, vengono chiamati baby boomers. Sono una generazione ambiziosa e ottimista, cresciuta nel pieno boom economico, con redditi elevati e grande capacità di risparmio. I baby boomers hanno in genere incontrato da adulti le moderne tecnologie verso le quali hanno mostrato una iniziale diffidenza.

La Generazione X

Segue la Generazione X o Xennials dei nati tra il 1965 e il 1984, che viene definita “X” per la mancanza di un’identità sociale definita e per la sua indeterminatezza. È sicuramente la generazione più sfortunata, perché a metà tra l’analogico e il digitale, un po’ telefono fisso e un po’ profilo Instagram, a cui dobbiamo sicuramente l’espansione di internet.

I Millennial

I nati tra il 1985 e il 2010 vengono definiti Millenial, in quanto a cavallo del nuovo millennio. Poiché in questo arco di tempo coesistono persone cresciute giocando a Snake sul Nokia 3310 e persone che giocano a Minecraft i sociologi hanno creato una ulteriore suddivisione:

  • Generazione Y, per i nati fra il 1985 e il 1995. Sono  impazienti e distratti, tanto da sbattere per strada contro i pali della luce perché hanno gli occhi incollati sullo smartphone. L’esperienza per la Generazione Y è molto importante e tendono a condividerla con chi sta loro accanto, in quanto amano far parte di una community, tanto che  social media, selfie e Tinder sono termini usati spesso per definirli. Questo loro modo di pensare ha influenzato ed è stato a sua volta influenzato dalle aziende, che hanno capito che molte di queste persone preferiscono l’esperienza ai prodotti e proprio per questo hanno trasformato i loro brand in stili di vita.
  • Generazione Z nativi digitali circoscritta ai nati dal 1996 al 2010. E’ una generazione caratterizzata dal diffuso utilizzo di internet sin dalla giovane età. Utilizzano la tecnologia e i social media nel loro processo di socializzazione e di acquisto. I social sono destinati a diventare un canale di shopping diretto. Le loro abitudini e aspettative di acquisto sono state analizzate da uno studio di Accenture che si basa su un'indagine di quasi 10.000 consumatori in 13 paesi, tra cui 750 consumatori U.S. il 72% ha dichiarato di fare acquisti direttamente sui social media, mentre il 50% ha detto che sono proprio i social media ad ispirarli all'acquisto di prodotti. Sempre secondo lo studio, la generazione Z utilizza più YouTube, mentre la generazione Y più Facebook. Instagram invece viene utilizzato dal 75% della Gen Z contro il 54% della Gen Y.

La Generazione Alpha

Per i nati dopo il 2011 che hanno accesso a qualsiasi tipo di informazione si parla di Generazione alpha. Non hanno mai visto un mondo senza tecnologie e prima di imparare a tenere in mano una penna, sanno già accendere un tablet. È sicuramente la generazione più veloce tra tutte le altre con un alto potere di influenza. Le aziende lo hanno capito e stanno investendo miliardi di dollari in pubblicità per conquistare questi piccoli futuri consumatori e influencer. E l'influencer marketing è una delle attività che potrà avere un impatto enorme su questa generazione (basta pensare agli enormi numeri che fanno gli influencer under 12 di cui abbiamo stilato una classifica)

 


Se sei interessato a scoprire le potenzialità dell'influencer marketing, vuoi iniziare un programma con la nostra media agency oppure sei semplicemente curioso, non esitare a contattarci cliccando qui sotto. 

Talk to us